Sei qui: Home
06-04-2020 - 06:49:27
PDF  Stampa  E-mail 
Ultimo aggiornamento ( Domenica 15 Marzo 2020 )

sanificazione alliste

L'intera nazione sta vivendo un momento molto difficile, dal punto di vista economico e sanitario. Per la gestione di questa situazione, sono necessarie sensibilità verso le varie problematiche, prontezza ma soprattutto lucidità nel pianificare le azioni.
La tutela della salute dei cittadini è la priorità assoluta dell'Amministrazione comunale e degli uffici comunali: sono dedicati la massima attenzione e il massimo impegno.

Il Comune di Alliste è stato, se non il primo, uno tra i primi a pianificare e completare gli interventi di sanificazione e disinfezione degli immobili destinati a scuole (3 e 4 marzo),uffici comunali e biblioteca (5 e 6 marzo). Interventi perfetti dal punto di vista tecnico (al punto da essere stati pubblicati quale esempio su siti di informazione a diffusione provinciale), nonchè per tempestività e tempismo: infatti, due giorni dopo il Goversno ha emanato il primo D.P.C.M. contenente le prime misure di sicurezza. Gli edifici scolastici sono rimasti chiusi dalla data dell'intervento e, alla ripresa dell'attività didattica, saranno disinfettati, sanificati e pronti ad accogliere i nostri bambini e ragazzi in piena sicurezza.

Con diversi Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri, il Goversno ha adottato misure via via più stringenti: solo l'ultimo, entrato in vigore il 12 marzo u.s., ha disposto la chiusura degli esercizi commerciali, dei servizi e degli uffici, limitando al amssimo gli spostamenti delle persone. Tuttavia, restava consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

Era facile prevedere un rientro di massa verso le rispettive residenze: è notizia di ieri sera (13 marzo) l'assalto ai mezzi di trasporto pubblico per lo spostamento verso i nostri territori.

Peranto, considerata l'assenza di persone sul territorio comunale per effetto del completamento dei rientro dei concittadini e del fermo imposto alle varie attività, sono stati pianificati degli interventi di sanificazione e disinfezione della aree esterne, compresi piazze, villette, panchine, scalinate esterne di uffici e Chiese, spazi e strutture soggetti a transito pedonale.

Detti interventi saranno effettuati come di seguito specificato:

Saninificazione aree esterne
Alliste e Felline: lunedì 16 marzo p.v., dalle 14:00 alle 20:00
Fascia costiera: mercoledì 18 marzo p.v., dalle 14:00 alle 20:00
Disinfezione con atomizzatore
Alliste e Felline: giovedì 19 marzo p.v., dalle 23:00 in poi
Fascia costiera: sabato 21 marzo p.v., dalle 23:00 in poi

Durante gli interventi notturni di disinfezione con atomizzatore, si raccomanda di: tenere chiuse porte e finestre delle proprie avitazioni, non lasciare all'aperto generi alimentari ed indumenti e tenere gli animali domestici nelle proprie abitazioni.

Si confida nel buon senso di tutti i concittadini nel seguire le indicazioni fornite dal Governo e dal Ministero della Salute, allo scopo di contenere l'infezione e prevenirne la diffusione, oltrechè non compromettere l'efficaci degli interventi di disinfezione e sanificazione della aree esterne che saranno effettuati sul territorio comunale.

ANDRA' TUTTO BENE.

Pubblicata Domenica 15 Marzo 2020
 

È il momento della responsabilità e di seguire senza 'se' e senza 'ma' le disposizioni impartite a tutela della salute di TUTTI!

E l'unico modo per poter contrastare la diffusione di questo virus è STARE A CASA!

Le forze dell'ordine stanno facendo costantemente i dovuti controlli, ma la gravità del momento richiede di dare la più seria e responsabile esecuzione alla principale regola che ci viene richiesto di rispettare: "STARE IN CASA".

Pertanto, facciamo tutto quanto possibile per evitare situazioni di rischio diretto o indiretto e per rispettare la massima sicurezza dei nostri concittadini.

Solo con il senso civico di tutti riusciremo a superare questo momento e a contenere al massimo il contagio.

Lo dobbiamo non solo a noi stessi, ma a tutti i medici, gli infermieri, gli operatori di pubblica sicurezza, al personale della protezione civile, ai volontari del 118 che sono impegnati nel duro e sfiancante lavoro di questi interminabili giorni.

Quindi, STIAMO A CASA, pronti a ripartire, più forti di prima, quando tutto, anche grazie allo sforzo di ognuno, sarà risolto.

Il Sindaco Renato Rizzo

Pubblicata Domenica 15 Marzo 2020
 

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato il Dpcm 11 marzo 2020 recante nuove misure per il contenimento e il contrasto del diffondersi del virus Covid-19 sull’intero territorio nazionale.

Il nuovo Decreto dispone fino al 25 marzo la chiusura di tutti i bar e le attività tranne quelle essenziali.

In particolare sono sospese: le attività commerciali al dettaglio, fatta eccezione per le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità (ad esempio ipermercati, supermercati, discount). Sono chiusi, indipendentemente dalla tipologia di attività svolta, i mercati, salvo le attività dirette alla vendita di soli generi alimentari. Restano aperti benzinai, edicole, tabaccai, farmacie, parafarmacie. Deve essere in ogni caso garantita la distanza di sicurezza interpersonale di un metro.

Sono sospese le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie), ad esclusione delle mense e del catering continuativo su base contrattuale, che garantiscono la distanza di sicurezza interpersonale di un metro. Resta consentita la sola ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto. Restano, altresì, aperti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande posti nelle aree di servizio e rifornimento carburante situati lungo la rete stradale, autostradale e all’interno delle stazioni ferroviarie, aeroportuali, lacustri e negli ospedali garantendo la distanza di sicurezza interpersonale di un metro.

Sono sospese le attività inerenti i servizi alla persona (fra cui parrucchieri, barbieri, estetisti).

Restano garantiti, nel rispetto delle norme igienico-sanitarie, i servizi bancari, finanziari, assicurativi nonché l’attività del settore agricolo, zootecnico di trasformazione agro-alimentare comprese le filiere che ne forniscono beni e servizi.

Si raccomanda la cittadinanza di rimanere in casa e di uscire solo per le esigenze previste dalle norme già emanate in precedenza (lavoro - situazioni di necessità - motivi di salute - rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza).

Per ulteriori informazioni si prega di consultare il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 11/03/2020

Pubblicata Giovedì 12 Marzo 2020
 

Il Governo ha pubblicato online una lunga serie di risposte alle domande frequenti in seguito al decreto che da oggi ha esteso a tutta Italia le misure per attenuare la diffusione del coronavirus, che inizialmente erano state imposte alla Lombardia e ad altre 14 province del nord.

Le domande e le risposte sono divise in sezioni e si possono leggere sul sito del governo (Decreto #IoRestoaCasa, domande frequenti sulle misure adottate dal Governo).

faq-coronavirus

Pubblicata Martedì 10 Marzo 2020
 
PDF  Stampa  E-mail 
Ultimo aggiornamento ( Martedì 10 Marzo 2020 )

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato il Dpcm 9 marzo 2020 recante nuove misure per il contenimento e il contrasto del diffondersi del virus Covid-19 sull'intero territorio nazionale.

L'art. 1, comma 1, del DPCM 09/03/2020 estende a tutto il territorio nazionale la prescrizione di evitare ogni spostamento delle persone che non sia assolutamente necessario, al fine di contrastare e contenere la diffusione del virus COVID-19.

Le Forze dell'Ordine effettueranno dei controlli su tutta la rete viabilistica e chi viene fermato deve dimostrare la validità delle motivazioni del suo spostamento (comprovate esigenze di lavoro, situazioni di necessità, motivi di salute, rientro a casa).

È inoltre vietata ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico. In ultimo, è modificata la lettera d dell'art.1 del Dpcm 8 marzo 2020 relativa agli eventi e manifestazioni sportive.

Tali disposizioni producono effetto dalla data del 10 marzo 2020 e sono efficaci fino al 3 aprile 2020.

Si richiama al senso di responsabilità dei cittadini per la grave emergenza in atto, osservando che il mancato rispetto degli obblighi è punibile penalmente.

Per ulteriori informazioni si prega di consultare il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 09/03/2020 e per i cittadini che si spostano per esigenze motivate possono scaricare il modello di autocertificazione nazionale

io resto a casa

Pubblicata Martedì 10 Marzo 2020
 

La Protezione Civile in collaborazione con i Servizi Sociali del Comune di Alliste, considerata l'emergenza attuale "Coronavirus", ha istituito un servizio di consegna a domicilio di medicinali a persone anziane e sole.

Per informazioni ed in caso di necessità contattare i seguenti numeri telefonici: per Alliste 360876092 (Protezione Civile) - 0833902750 (Comune di Alliste) e per Felline 3296250329 (A.Do.Vo.S) - 0833902750 (Comune di Alliste)

volontariato

Pubblicata Martedì 10 Marzo 2020
 
Altri articoli...
Pagina 3 di 90
Comune di Alliste
Piazza Municipio, 5 - 73040 Alliste (LE)
Tel. (+39)0833.902711 - Fax (+39)0833.902716
Posta Elettronica Certificata: affarigenerali.comune.alliste@pec.rupar.puglia.it
C.F. 81000570754
P.IVA

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. I siti web del Comune di Alliste utilizzano cookie e tecnologie simili per garantire il corretto funzionamento delle procedure e l'uso delle applicazioni online. Proseguendo la navigazione del sito acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni leggi l'informativa estesa sulli'uso dei cookie dove sono specificate le modalità per configurare o disattivare i cookie. Maggiori informazioni.

Accetto i cookie da questo sito.